Il clima

Siamo nel pieno della crisi climatica generata dall’uomo. Cambiamenti climatici come la siccità o le forti precipitazioni colpiscono in particolare gli agricoltori. Tuttavia, è anche la stessa agricoltura a contribuire al cambiamento climatico. Circa un settimo delle emissioni di gas serra in Svizzera proviene direttamente dall’agricoltura. L’agricoltura biologica, in particolare, vuole rappresentare parte della soluzione.

Contribuisce già oggi alla protezione del clima. Lo dimostrano, ad esempio, la rinuncia ai concimi sintetici ad alta intensità energetica, l’attenzione alla fertilità del suolo e la densità d’occupazione degli animali adattata alle condizioni locali. Inoltre, una coltivazione rispettosa del suolo può aumentare la resistenza agli eventi estremi: una maggiore copertura del suolo e colture intercalari, ad esempio, si traducono in un tenore di humus maggiore, una migliore friabilità del terreno e quindi una maggiore ritenzione idrica. 

Di fronte alla crisi climatica, l’agricoltura biologica vuole contribuire ancora di più alla riduzione delle emissioni di gas serra. A questo scopo, è necessario disporre di determinate conoscenze e comprendere le eventuali misure da adottare e il relativo supporto. Le sezioni che seguono trattano le conoscenze di base, le possibilità di intervento e i progetti in corso. 

Ciò che è richiesto, tuttavia, non è solo un adeguamento della produzione agricola, ma una trasformazione fondamentale in termini di produzione e consumo orientata a una produzione alimentare sostenibile degna di questo nome.